La libertà non è uno spazio libero, la libertà è PARTECIPAZIONE. Giorgio Gaber

venerdì 30 dicembre 2011

Medici Emilia Romagna: gli inceneritori preoccupano




Moniter infatti ha correlato l’esposizione alle emissioni degli inceneritori emiliano romagnoli con l’aumento dei parti pre termine e dei neonati piccoli per età gestazionale, che possono avere un effetto, nel corso della vita, sulla loro salute. Frer Emilia Romagna ribadisce anche la necessità di porsi nei confronti di questi impianti in atteggiamento precauzionale, sollecitando alcune raccomandazioni ai decisori politici. Viene infatti sostenuta la necessità di adottare politiche di gestione dei rifiuti che non creino ulteriore domande di incenerimento ed anche un approccio di precauzione a proposito della creazione di nuovi impianti. I medici ER in sostanza convergono sulle conclusioni che l’effetto degli inceneritori non sia nullo e che quindi vada intrapresa ogni azione per il superamento di questa tipologia di gestione degli scarti. Nel 2007 la Frer chiese una moratoria sulla costruzione di nuovi inceneritori e i risultati dello studio confermano che la preoccupazione era ben fondata. La promozione della cultura di preservazione dell’ambiente, ai fini della protezione della salute delle popolazioni attuali e future, sono le prerogative istituzionali e deontologiche che devono guidare l’azione dei medici, chiamati in prima istanza a difendere la salute dei cittadini. Il comunicato stampa di Frer puntualizza la preoccupazione che negli ambienti scientifici si fa facendo sempre più convinta e palese sugli effetti sulla salute degli impianti di incenerimento. Le migliaia di sostanze che vengono emesse dai camini vanno a incrementare gli inquinanti già presenti nella nostra aria, causando un innalzamento delle malattie legate al fattore ambientale. E’ di questi giorni la persistenza degli sforamenti costanti dei limiti di Pm10 fissati per legge. Parma è una delle maglie nere in regione per la qualità della sua aria. Che senso potrebbe avere andare ad incrementare la pressione inquinante con un nuovo enorme inceneritore di rifiuti?

giovedì 22 dicembre 2011

Rifiuti o Materie Prime Seconde?

Ricordiamo che a Formigine è partita la raccolta firme (a Ottobre) per far discutere in Consiglio Comunale del progetto CRAS (Centro Riciclo Area Sud), che interesserebbe tutti i Comuni della neonata Unione del comparto ceramico, volto a creare nell’Area Sud un Centro di Riciclo come quello che dal 1999 opera a Vedelago, ovvero un impianto di stoccaggio e selezione meccanica di rifiuti ai fini del recupero e riciclaggio di materiali.

sabato 10 dicembre 2011

venerdì 9 dicembre 2011

RIUNIONE AREA SUD

Martedi’ 13 dicembre alle 21, presso la Sala del Torrione - Corso Umberto I Spilamberto
Riunione MoVimento 5 Stelle APERTA a TUTTI
per discutere di tematiche relative all’area Sud della provincia di Modena.

Per suggerimenti scrivete su:Evento sul MeetUp (riferimento ufficiale)
Gruppo di Modena e Provincia